sito di incontro senza abbonamento xroom Il Comune chiude il camping: «Mancano luce, fogna e acqua»

Il Comune chiude il camping: «Mancano luce, fogna e acqua»
Il Camping Internazionale di Marina di Ginosa è un simbolo del turismo marinese. 
E’ anche per quello che la sua chiusura a seguito di un’ordinanza del Comune di Ginosa ha provocato molto scalpore nei ginosini. Non solo quindi nei marinesi, ma anche per chi lo ha frequentato o solo ammirato passeggiando per il viale della Pineta che lo costeggia. 
La posizione a due passi dal mare e dal centralissimo viale Jonio, la copertura dei pini in buono stato vegetativo sono tra i suoi assi nella manica, rispetto ad altre strutture. E probabilmente lo saranno non appena l’associazione turistica pro loco “Luigi Strada” che da anni lo gestisce metterà mano alle gravi carenze rilevate dal responsabile Asl Luigi Mastronuzzi in forza al Dipartimento di prevenzione - servizio igiene e sanità pubblica. 
Il “Camping Internazionale”, durante ispezioni che hanno interessato anche gli stabilimenti balneari marinesi, era mancante di allacci alla rete fognaria, idrica ed elettrica. 
Ma non solo, ai responsabili è stata notificata anche la mancanza di titoli per l’installazione di bagni chimici, la mancanza dei requisiti del capo B dell’ordinanza balneare 2017 emessa dalla Regione Puglia ed inoltre la presenza di un gazebo impropriamente utilizzato come locale di primo soccorso, privo di ogni requisito ed attrezzatura. 
incontro dottorandi palermo  
«Le irregolarità riscontrate dall’Asl - ha dichiarato il sindaco di Ginosa Vito Parisi - sono chiare ed inequivocabili, in mancanza delle autorizzazioni e dei requisiti igienico-sanitari, l’esercizio è vietato per legge e la chiusura è inevitabile. Siamo coscienti - ha proseguito il primo cittadino - che la chiusura blocchi il normale proseguimento della stagione balneare, tuttavia l’Amministrazione non ha potuto che recepire il sollecito dell’Asl e disporre l’Ordinanza di chiusura.
«Nella mattinata di ieri - fanno sapere dall’amministrazione 5 stelle - abbiamo incontrato i legali rappresentanti dei gestori del Lido Camping, occasione nella quale si è manifestata piena disponibilità all’immediata revoca dell’Ordinanza, nel momento in cui l’Asl comunichi che le irregolarità saranno state risolte». 
Nessuna comunicazione dai gestori che avevano indirettamente invitato gli interessati ad assumere le informazioni sulla gestione della prenotazioni direttamente al Camping invece che dai social. Nulla infatti risultava fino a ieri dal sito ufficiale o dai profili facebook. La notizia naturalmente ha aperto tutta una serie di domande sulla natura dei controlli effettuati negli anni scorsi. Ma anche su come sia stato possibile proporsi sul mercato turistico marinese con carenze strutturali così marcate, a prescindere dai requisiti di legge. Sembra che l’autorizzazione a proseguire con gli allacci e le dotazioni infrastrutturali non sia pervenuta dagli uffici amministrativi ma sono solo voci raccolte a caldo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Giovedì 3 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 18:09