donna cerca uomo roma Santa Croce libera dalle auto. «Presto anche l’Anfiteatro»

Santa Croce libera dalle auto. «Presto anche l’Anfiteatro»
Via le auto dal centro storico. Ci vorrà tempo, certo, ma «quel tappeto di vetture davanti alla Basilica di Santa Croce o in piazzetta Castromediano era inaccettabile» dice il sindaco e assessore alla Mobilità e Trasporti, Carlo Salvemini. 
Così all’ordinanza del 19 luglio che ha modificato le zone a parcheggio intorno a Palazzo Carafa, lungo via Augusto Imperatore e nelle piazzette, Riccardi e Castromediano, ne seguiranno altre. «Prossimamente - annuncia - provvederemo per l’area intorno all’Anfiteatro romano. Serviranno altre iniziative, fermo restando che il tema dello svuotamento del centro storico dalle auto è condiviso da tanti, ma va portato avanti con pazienza e con attenzione. Non possiamo intervenire con un “interruttore”». Tanto più che il centro storico è fortemente antropizzato, diverso dalle “bomboniere” di altre città e anche per questo bisognoso di cura e decoro, vista la mole di auto che può circolare indisturbata dalle 6 alle 21, come da Regolamento. 
«Il significato politico di questa scelta - aggiunge il primo cittadino - mi pare evidente. Davanti all’Open Space di Palazzo Carafa lasceremo i soli spazi per i disabili, le auto elettriche e un posto per le auto di servizio dell’ente, dove posteggiano impiegati e funzionari che hanno necessità di spostarsi fra le varie sedi. Un altro spazio simile lo abbiamo previsto su via Augusto Imperatore. Spariranno tutte le auto su via Rubichi, all’incrocio con piazzetta Castromediano e quelle di piazzetta Riccardi: non ci possono essere auto davanti al rosone di Santa Croce». 
Il percorso che Salvemini va delineando, dunque, è netto. E richiederà del tempo, lo sottolinea. Anche per questo l’ordinanza del 19 luglio è stata, per scelta del sindaco, sottoposta all’attenzione dei ristoratori e degli albergatori delle zone interessate, prima della pubblicazione. Un modo per aprire con “gentilezza” e nel segno della condivisione una stagione nuova, nella consapevolezza - lo ha ribadito più volte il primo cittadino nel corso della campagna elettorale e appena insediato - che da maggiori ordine e decoro nel centro storico ne trarrebbero giovamento tutti. Gli imprenditori e i residenti.
incontri torino donne  
È quest’ultimo, infatti, il fronte sul quale si dovrà agire con maggiore cautela e con interventi mirati. Salvemini è pronto a tirare fuori dal cassetto ed esaminare una proposta che, da consigliere di minoranza, aveva a suo tempo suggerito all’allora Giunta Perrone: prevedere permessi speciali per la sosta gratuita sulle strisce blu per tutti i cittadini residenti nel centro storico, ma privi di garage per l’auto. Così facendo, vie e piazze barocche si libererebbero di una gran mole di auto oggi posteggiate legittimamente - lo prevede il Regolamento comunale - in ogni angolo libero del centro. 
La proposta è ancora allo studio, va detto, mentre l’ordinanza per impedire sosta e fermata intorno all’Anfiteatro romano non tarderà ad arrivare. Intanto si procedere a piccoli ritocchi della segnaletica per quella già in vigore del 19 luglio scorso, terminati i quali scatterà la fase dei controlli e delle multe. 
Il provvedimento, lo ribadiamo, prevede il divieto di fermata, che si aggiunge a quello di sosta già esistente, in piazzetta Castromediano e piazzetta Riccardi, di fronte all’Hotel Patria. Le vetture di servizio del Comune, fino a oggi posteggiate davanti all’Open Space e nell’area immediatamente a ridosso dei tavolini dei bar vicini saranno trasferite in uno spazio a strisce bianche disegnato nei giorni scorsi su via Augusto Imperatore, dal civico 11 fino all’area di carico e scarico merci. Tutto il lato sinistro della stessa via è stato ridipinto di bianco, a partire dall’incrocio con via degli Ammirati, e diverrà area a parcheggio libero per il tempo massimo di 30 minuti. Sul lato destro della stessa via Augusto Imperatore, una porzione di stalli blu sarà “sacrificata” alla sosta per cicli e motocicli, prolungando così il tratto già esistente a ridosso dell’incrocio. 
L’ordinanza firmata dal dirigente Puce prevede poi lo spostamento delle fioriere di delimitazione di piazzetta Castromediano: saranno sistemate lungo via Rubichi a impedire l’attuale sosta selvaggia in quel punto, proprio di fronte alla Chiesa del Gesù, e fino all’incrocio con via Balmes. Su via Tiso, che costeggia la stessa chiesa e fino all’intersezione con via degli Antoglietta, sarà creata una zona di sosta a strisce bianche. 
Prossimo obiettivo, l’anfiteatro. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 4 Agosto 2017 - Ultimo aggiornamento: 22:03
siti per donne sole