siti di incontro spagna Festa del Sacrificio, a Lecce la comunità musulmana in preghiera

Festa del Sacrificio, a Lecce la comunità musulmana in preghiera
Si è celebrata questa mattina nel quartiere San Pio la tradizionale “La Festa del Sacrificio”, o Eid Al-Adha.
La cerimonia, tra le principali festività del mondo islamico, commemora il sacrificio del Profeta Abramo, che avrebbe sacrificato suo figlio primogenito Ismaele in segno di obbedienza ad Allah, il quale al momento del sacrificio, lo ha sostituito con un agnello disceso direttamente dal Paradiso, in segno di soddisfazione e accettazione della sottomissione alla volontà divina dimostrata.
La preghiera della festa è stata celebrata alle ore 8 del mattino, nella Piazza San Michele Arcangelo, nei pressi dei “Palazzi Magno”, nella periferia del quartiere San Pio, tra i più multietnici della città, dove esiste anche una moschea. In centinaia i fedeli accorsi all’evento, ognuno con il proprio tappetino di preghiera e qualche ombrello per chi non sopportava il sole del Salento che batte ancora forte nonostante sia settembre.
«Che Dio accetti le nostre preghiere e benedica tutti i credenti, dappertutto nel mondo, in questi giorni santi», ha scritto sul suo profilo Facebook l’imam di Lecce Saifeddine Maaroufi. Ma sui social non sono mancate anche alcune lamentele degli abitanti che in una serie di post - taluni dai toni piuttosto offensivi - hanno criticato la massiccia presenza dei fedeli musulmani in un luogo pubblico della città, chiedendo l’intervento delle istituzioni. Soddisfazione invece dall’Arci, la cui presidente, Anna Caputo, chiede di assegnare all’evento un luogo più consono del capoluogo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Venerdì 1 Settembre 2017 - Ultimo aggiornamento: 21:56